|   3496665792   |  
Iscriviti alla newsletter  Iscriviti
  • BHUTAN E NEPAL IL PAESE DELLA FELICITA*

    VIAGGIO NELLA TERRA DEL DRAGO TONANTE

BHUTAN E NEPAL IL PAESE DELLA FELICITA*

VIAGGIO NELLA TERRA DEL DRAGO TONANTE

  • Durata: 11 GIORNI
  • Volo: DA DEFINIRE
  • Destinazione: Asia - India e Nepal

Nepal e Bhutan: Il paese della felicità

Il piccolo regno del Bhutan, senza sbocchi sul mare, è incastonato tra l’india e la  Cina circondato dalla maestosa catena himalayana. I Bhutanesi chiamano la propria patria Druk Yul, “la Terra del drago tonante”, una terra antica, che ha saputo conservare intatto il suo grande patrimonio culturale e naturale.

La cultura e le tradizioni del Bhutan hanno origine dal Buddismo, che è la religione principale, che qui viene vissuto come una vera e propria pratica filosofica che si ritrova in ogni attività quotidiana.

Lo sviluppo di questo piccolo Stato si basa infatti sul cosiddetto Indice della Felicità Nazionale, legando quindi lo sviluppo del paese ai valori dell’esistenza, perseguendo quindi come bene primario la felicità degli abitanti e favorendo le attività economiche sostenibili, nel senso più moderno che viene dato a questo termine.

Il viaggio che  prevede l’ingresso in Bhutan  dal Nepal con l’occasione di visitare Kathmandu, vivace capitale che conserva stupa e templi  tra i più meravigliosi al mondo. Si raggiunge Paro sorvolando le cime innevate dell’Himalaya, una vista mozzafiato, un’esperienza memorabile nella vita.

Scopriremo insieme le bellezze di questi  luoghi  e le  leggende di questa terra così autentica.

Il viaggio si concentra  nella parte occidentale e centrale del Paese, si visitano Paro, Thimphu, Punakha, e  la  valle di Phobjikha dove durante il periodo invernale  è possibile  avvistare le  rare  gru dal collo nero che giungono dal Tibet  per svernare.

I periodi migliori per visitare il Bhutan sono la primavera (da marzo a maggio), con le splendide fioriture di rododendri, e l’autunno (da fine settembre a fine novembre), con i cangianti colori  della natura. L’inverno è freddo, ma le giornate terse, è il tempo migliore per il bird-watching; l’estate in genere piove, da giugno ad agosto è la stagione dei monsoni e il verde intenso dei campi incanterà i vostri occhi.

 

Minimo 2 partecipante (date fisse)

1° GIORNO

ITALIA - KATHMANDU

Partenza dall’Italia per Kathmandu con voli di linea secondo disponibilità (quota non inclusa).

 

2° GIORNO

KATHMANDU

Arrivo a Kathmandu disbrigo delle formalità doganali. Incontro con la guida locale e trasferimento all’hotel prescelto Kathmandu, capitale e unico centro metropolitano del paese. Situata a 1337 m di altitudine, è una città piena di contrasti con i suoi agglomerati urbani che racchiudono uno straordinario patrimonio culturale ed artistico.

Nel centro della città vecchia, fondata nel XII secolo dalla dinastia dei Malla, si apre la storica Durbar Square, la Piazza del Palazzo, dove venivano incoronati i re della città; fu dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1979. Sulla Durbar Square e sulle due piazze limitrofe si affacciano l’antico palazzo reale con balconi e finestre di legno decorati con pregevoli intagli; templi e monasteri induisti consacrati a Brahma il creatore, Vishnu il conservatore, Shiva il distruttore e il rigeneratore; splendidi edifici con cortili, come la Dimora della Kumari, una fanciulla scelta come dea vivente della città. Tutto intorno si dirama il labirinto di vie della città vecchia. Proseguimento per Swayambhunath, il grande complesso buddista che domina la città con gli occhi vigili del Buddha che scrutano la valle in ogni direzione.

La collina sulla quale sorge il tempio era, secondo la leggenda, un’isola emersa sopra un grande lago che sommergeva l’intera valle di Kathmandu, le sue origini storiche risalgono al 460 d.C. Cena e pernottamento.

 

3° GIORNO

KATHMANDU - PARO -THIMPHU

In tempo utile trasferimento in aeroporto e volo per Paro, uno dei più spettacolari di tutta l'Himalaya, dai panorami unici e mozzafiato. Disbrigo delle formalità d’ingresso e doganali. Incontro con la guida locale e trasferimento a Thimpu (55 Km , circa 30 minuti) unica capitale al mondo senza semafori. Molti anni fa ne era stato installato uno, ma gli abitanti si lamentarono della sua inutilità e così fu tolto nel giro di pochi giorni. Nonostante il recente sviluppo, Thimphu conserva il suo fascino ed è piena di facciate colorate e decorate in maniera elaborata che conferiscono alla città un'affascinante atmosfera medievale. Arrivo a Thimpu e sistemazione in hotel. Thimphu è la sede del governo, della religione e del commercio. È una città unica con un insolito mix di tradizioni e cultura moderne e antiche. Sebbene non sia quello che ci si aspetta da una capitale, Thimphu è, nel suo modo, una città vivace.

In serata una passeggiata esplorativa intorno alla Main Street e all'area del mercato di Thimphu. Visita anche al Bazar locale del Bhutan. Qui è possibile acquistare tessuti, Thangkha, maschere, ceramiche, ardesia e sculture in legno e gioielli . Pernottamento a Thimphu (Altitudine 2400m).

 

4° GIORNO

THIMPHU

Dopo la prima colazione, visita della valle di Thimphu e visite alla Biblioteca Nazionale, che ospita una vasta collezione di inestimabili manoscritti buddisti, visita all’ Istituto Zorig Chusum (painting school) dove gli studenti seguono un corso di formazione di 6 anni nelle 13 arti e mestieri tradizionali del Bhutan. A seguire visita a Museo dei Tessuti, che fornisce una panoramica di una delle forme d'arte più importante del Bhutan. Visita anche al Simply Bhutan, un museo vivente per osservare il patrimonio culturale del popolo bhutanese.

Nel primo pomeriggio si , si raggiunge in auto (circa 15km) il Pangri Zampa, costruito nel 16 ° secolo ed è uno dei più antichi monasteri del Bhutan, situato a nord di Thimphu. Qui ha sede  una scuola dove i monaci buddisti imparano il lamaismo e l'astrologia basati sulla filosofia buddista.

Situato a breve distanza in auto dal centro di Thimphu,  visita al Buddha Point (Kuensel Phodrang)da qui è possibile ammirare una vista panoramica sulla valle di Thimphu.

Visita del Memorial Chorten, dove i fedeli pregano e girano intorno alle ruote di preghiera

Questo Chorten è stato costruito dal terzo re del Bhutan, Sua Maestà Jigme Dorji Wangchuck ("il Padre del moderno Bhutan") che desiderava erigere un monumento per la pace e la prosperità del mondo. Completato nel 1974 dopo la sua prematura scomparsa, serve sia come memoriale del defunto re sia come monumento alla pace globale.

In serata visita del Trashichhoedzong, uno degli dzong più importanti del paese. L’impressionante ortezza / monastero ospita la Sala del Trono di Sua Maestà e vari uffici governativi e  residenza estiva del Je Khenpo, il capo abate .

Pernottamento in hotel a Thimphu.

 

5° GIORNO

THIMPHU – GANGTEY

Dopo la prima colazione in hotel si procede per Punakha (150 Km circa 5 ore) attraverso il bellissimo passo Dochula (3O8Om). In Bhutan, i passi sono contrassegnati da un grande Chorten bhutanese (stupa) e bandiere di preghiera. Il passo di Dochula offre una vista spettacolare sulle alte vette dell'Himalaya orientale in una giornata limpida. I Druk Wangyel Stupas (centinaia di stupa) sono uno spettacolo su questo sfondo.

La strada è panoramica e si attraversano foreste di bambù e querce per arrivare nella valle di Gangtey - Phobjikha. Una volta arrivati: passeggiata per esplorare il villaggio di Gangtey.

6° GIORNO

GANGTEY

Dopo colazione, visita del monastero di Gangtey, arroccato su una piccola collina.

 Il monastero di Gangtey è l'unico monastero di Nyingmapa sul lato occidentale delle Black Mountains e anche il più grande del Bhutan,  circondato da un grande villaggio abitato principalmente dalle famiglie dei 140 Gomchens (monaci laici) che si prendono cura del monastero.

Poco distante  sul fondovalle si trova il villaggio di Phobjikha. Questa remota valle è la residenza invernale delle gru dal collo nero, che migrano dalle aride pianure del Tibet a nord, per passare i mesi invernali in un clima più mite.

Phobjikha, ad un'altitudine di 2900 m sotto, si trova alla periferia del Black Mountain National Park.

A seconda della stagione, e quindi del periodo migratorio delle gru, sarà possibile visitare il Black Necked Crane Visitor Cente.

Il centro di osservazione delle gru  si trova ai margini della foresta e delle zone umide lungo la strada principale della valle di Phobjikha, questa istituzione dispone di una sala di osservazione dotata di cannocchiali per l’avvistamento ,offre informazioni che descrivono la storia naturale e culturale dell'area.

7° GIORNO

GANGTEY – PUNAKHA

Dopo la prima colazione, partenza per Punakha (70 Km circa 3 ore) , l’antica capitale del Bhutan.

All'arrivo a Punakha, sistemazione in hotel.

Visita del Punakha Dzong, una massiccia struttura costruita all'incrocio di due fiumi. Era la capitale del Bhutan fino al 1955 e tutt’oggi nota per essere la residenza invernale dei monaci

Attraverso una passeggiata a piedi di circa un’ora e mezzo attraverso risaie e villaggi visitimo il Chimi Lhakhang

Il Chimi Lhakhang, situato su un poggio nel centro della valle, è anche conosciuto come il tempio della fertilità.

Si crede che le coppie senza figli che pregano in questo tempio siano generalmente ripagate con il dono della fertilità. Il sentiero conduce attraverso le risaie fino al piccolo insediamento di Pana, che significa "campo".  Si potrà vedere la vita quotidiana degli abitanti

 

8° GIORNO

PUNAKHA – PARO

 

Dopo la prima colazione, partenza per Paro (120 Km, circa 4 ore e mezza) lungo la strada  panoramica, visita allo Dzong di Simtokha, la più antica fortezza del paese costruita nel 1627. Ospita alcuni santuari sacri che offrono conforto e pace ai fedeli.

All'arrivo a Paro, sistemazione in hotel nel pomeriggio  si prosegue per la visita del Ta Dzong, originariamente costruito come Torre di Guardia, che ora ospita il Museo Nazionale. L'ampia collezione comprende dipinti antichi di Thangkha, tessuti, armi e armature, oggetti per la casa e un ricco assortimento di manufatti naturali e storici. Potrete osservare una collezione di raffinati francobolli del Bhutan.

una breve passeggiata lungo un sentiero ci condurra al  Rinpung Dzong (Paro Dzong), che significa ("fortezza del mucchio di gioielli"), che ha una storia lunga e affascinante. Lungo le gallerie di legno che rivestono il cortile interno sono presenti raffinati affreschi che illustrano le tradizioni buddiste. Rientro in hotel a Paro.

 

9° GIORNO

PARO

In mattinata e dopo la prima colazione  escursione al monastero di Taktsang (circa 5 ore a piedi): è uno dei monasteri più famosi, arroccato sul crinale di una montagna a 900 metri sopra il fondovalle di Paro. Si dice che Guru Rinpoche arrivò sulla schiena di una tigre e meditò qui, quindi si chiama "Nido della Tigre". Il sito  è riconosciuto come uno dei luoghi più sacri del Bhutan. Fu visitato anche da Zhabdrung Ngawang Namgyal nel 1646 ed è ora visitato da tutti i bhutanesi almeno una volta nella vita. Il 19 aprile 1998 un incendio ha danneggiato gravemente la struttura principale dell'edificio;fortunatamente questo antico tempio è stato riportato oggi al suo iniziale splendore.

 

10° GIORNO

PARO – KATHMANDU

Dopo la prima colazione. In tempo utile trasferimento in aeroporto e volo per Kathmandu. Arrivo e visita di Pashupatinat, il tempio hindu più importante del Nepal, sorge lungo le sponde del fiume sacro Bagmati, alla periferia orientale di Kathmandu. Il tempio è dedicato a Shiva distruttore e insieme creatore, ed è teatro di frequenti cremazioni, in cui il corpo del defunto, avvolto in un sudario, viene disteso su una pira di legno e dato alle fiamme. Solo gli hindu possono accedere al tempio principale in cui avvengono le celebrazioni funebri, ai visitatori è riservato l’argine opposto del fiume, da dove si può scorgere una parte del complesso sacro e la scalinata delle cremazioni. Si raccomanda il massimo rispetto durante le cerimonie funebri. Visita infine di Bodhnath, chiamato anche Boudha, centro religioso della consistente comunità di esiliati tibetani del Nepal. Il villaggio si sviluppa intorno ad un enorme stupa circolare sormontato dallo sguardo del Buddha, il luogo è suggestivo e animato da pellegrini tibetani che si muovono intorno allo stupa in senso orario facendo girare le ruote di preghiera. Cena e pernottamento in hotel.

 

11° GIORNO

KATHMANDU – ITALIA

Prima colazione., trasferimento in aeroporto e volo di rientro per l’Italia.

A partire da: € 3090.00

La quota comprende

  • Voli Kathmandu / Paro andata e  ritorno in classe economica
  • Sistemazione in hotel assimilabili alla categoria 4*, non paragonabili allo standard occidentale in Bhutan.
  • Trattamento indicato nel programma (pensione completa  in Bhutan mezza  pensione  a  Kathmandu) (pasti a buffet o menù fisso)
  • Trasferimenti e visite con vettura privata come indicato nel programma. Ingressi ai siti menzionati.
  • Guide locale parlante italiano in Bhutan
  • Guida locale  parlante  italiano in Nepal
  • Costo del visto di ingresso in Bhutan e tassa per lo sviluppo turistico del paese: soggetti a cambiamento senza preavviso da parte delle autorità locali.
  • Kit da viaggio  (zaino, volumi fotografici, porta abiti/trolley – secondo importo pratica)
  • L’assicurazione per l’assistenza medica (sino ad € 10.000), il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio (sino ad € 1.000), con possibilità di integrazione

La quota non comprende

  • Voli intercontinentali dall’Italia e relative tasse aeroportuali
  • Visto Nepal 25 usd
  • Eventuali tasse aeroportuali locali da pagare localmente
  • Alcuni pasti, le bevande extra rispetto a quelle menzionate alla precedente voce, alcolici, le mance, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio, eventuali tassi per l’uso di macchine fotografiche e/o videocamere durante le visite.
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”
  • Spese di carattere personale
  • Quota di iscrizione per persona € 95

 

 

Variazioni dei cambi con oscillazioni maggiori del 3% comporteranno un adeguamento dei costi e verranno comunicati entro i 20 giorni dalla partenza.

E’possibile bloccare definitivamente il costo dei servizi a terra che non sarà più  soggetto a oscillazioni valutarie con un supplemento di € 50 a pratica.

 La richiesta dovrà avvenire contestualmente alla conferma.

 

ATTENZIONE AVVISI IMPORTANTI PER QUESTO VIAGGIO:

VISTI:

Per partecipare a questo viaggio occorrono il visto di ingresso per il Bhutan e  Nepal.

Visto Bhutannecessario il passaporto, che deve essere valido 6 mesi ed avere almeno 2 pagine libere. Dati del passaporto e fotocopia da inviare al momento della conferma, il visto viene rilasciato solo previo pagamento di tutti i servizi al Ministero del Turismo in Bhutan almeno 1 mese prima della partenza. Il visto verrà applicato sul passaporto all’arrivo in Bhutan, necessarie 2 foto-tessera, il passaporto: il costo del visto è incluso nella quota di partecipazione.

Visto Nepal: necessario passaporto con validità residua  del passaporto 6  mesi dalla data  d’ingresso ed 1  fototessera, il visto Nepal ottenibile in  aeroporto all’arrivo al costo di 25  usd.

Durante i festival e in base alle condizioni atmosferiche le visite potrebbero subire delle modifiche. I voli Druk Air potrebbero subire variazioni di operativo aereo. In base all’operativo aereo potrebbe rendersi necessario un pernottamento supplementare.  Per accedere ad alcuni templi viene richiesto di togliere scarpe e calze. Nelle sale interne degli dzong non si può  fotografare, è possibile scattare le foto solo all’esterno e nei cortili. Solitamente si visitano solo una o due sale. Le mance non sono obbligatorie ma sono consigliate  a autisti e guide.

Il Bhutan ha aperto le porte al turismo solo dal 1983 nell’ambito del programma di apertura graduale al mondo esterno intrapreso dal re, quindi lo standard dei servizi, seppur di livello discreto, non è certamente pari a quello dei paesi dalla tradizione turistica più consolidata.

Il numero dei turisti è volutamente limitato dal governo, sia applicando  un elevato livello di prezzi, sia per la difficoltà di raggiungere il paese. Questa politica ha fatto sì che  il ricco patrimonio culturale e ambientale del Paese è rimasto intatto.

Per prenotare o saperne di più

Compila i campi ed inviami la richiesta


Dichiaro di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy e i termini e condizioni del sito.

BHUTAN E NEPAL IL PAESE DELLA FELICITA*

Partenza garantita

Prezzo totale per persona

3090.00€

Maggiori info

Condividi questo viaggio